breve storia del gruppo - Misericordia

Vai ai contenuti

Menu principale:

breve storia del gruppo

Archivio > amici senza frontiere
AMICI SENZA FRONTIERE
nelle foto il gazzebo del gruppo alla festa di Sant'Efisio per la pesca di beneficienza arganizzata per finanziare il progetto "Amici senza frontiere"
Dopo il disastro alla centrale nucleare di Chernobyl inizia un progetto di solidarietà internazionale "Amici senza Frontiere" - a fine di accogliere bambini biellorussi delle aree contaminate dalle radiazioni radiottive per un periodo di vacanze terapeutiche.
Tante Misericordie hanno aderito al progetto, tra cui la Misericordia di Capoterra che tra il 1998 e il 2008 - ha partecipato ogni anno a due progetti : il primo nel periodo estivo nei mesi di Luglio e agosto e il secondo invernale dal 15 dicembre  al 15 gennaio, tante famiglie del territorio hanno aderito all'iniziativa ospitando uno o due bambini nella propria famiglia.  
Dal 1995 la Confederazione Nazionale Misericordie d’Italia organizza progetti di accoglienza destinati ai bambini Bielorussi. Affidabili ricerche testimoniano il concreto beneficio, con la  diminuzione del tasso di radioattività corporea, che si ottiene con la permanenza dei bambini per circa un mese in un ambiente salutare e con una sana alimentazione
Arrivano nelle nostre case,trascorrono con noi un mese o due della loro vita. Ogni famiglia che accoglie un bambino prepara con gioia un letto, un posto a tavola ed un posto nel proprio cuore.
Che fare per accogliere un bambino? guardalo semplicemente e con dolcezza...rispettalo cosi com'é: nel suo essere, nella sua cultura...prepara un letto e aggiungi un posto a tavola....
non preoccuparti di dargli solo benessere materiale, dagli solo il necessario e tanto amore, come fosse tuo figlio...
quando tornerà alla sua casa, riempigli pure la valigia di tante cose che faticheranno a trovare spazio e finiranno presto... senza problemi di spazio e indelebile nel tempo sarà il bagaglio di quella esperienza d'amore che si porterà nel cuore!

Misericordia Capoterra
Torna ai contenuti | Torna al menu